Il Mercato libero dell'Energia Elettrica e del Gas

Il Decreto Legge n.79 del 16/03/99, meglio noto come Decreto Bersani, in recepimento della Direttiva Europea n.92 del 1996, liberalizza in Italia il mercato elettrico, aprendo la strada alla vendita liberalizzata dell'energia elettrica prima a tutte le aziende e partite iva e successivamente nel 2007 anche alle famiglie ( Decreto Legge n.73 del 2007) e rompe così il monopolio in vigore fino a quel momento. Per il gas invece il processo di liberalizzazione del mercato è iniziato mediante Dlgs n. 164/2000, Decreto Letta e si è completato nel gennaio del 2003. Oggi le imprese e le famiglie possono scegliere liberamente il proprio fornitore di energia elettrica e gas e ridurre concretamente i costi.

Gli utenti che, seppure nella possibilità di passare al mercato libero, rimangono nelle vecchie condizioni contrattuali, rientrano in quello che viene chiamato Servizio di Maggior Tutela (o di salvaguardia), la cui fornitura è garantita dall'Acquirente Unico.

Per approfondimenti:

Immagine Tab

CANONE RAI IN BOLLETTA

Se sei intestatario di un'utenza di energia elettrica nell'abitazione in cui hai la residenza e possiedi una tv, o un apparecchio in grado di ricevere trasmissioni televisive, il canone RAI ti verrà rateizzato direttamente nella bolletta della luce.

Per tale motivo, i dati personali raccolti dal fornitore di energia elettrica in fase di sottoscrizione del contratto di fornitura, saranno utilizzati anche ai fini dell'individuazione dell'intestatario del canone RAI e del relativo addebito in bolletta che, in caso di cliente domestico residente con potenza impegnata fino a 3kW (tariffa D2 della spesa per il trasporto e la gestione del contatore), avverrà senza ulteriori verifiche sulla residenza.

Per il 2016 l'importo del canone RAI è stato ridotto a 100 euro (contro i 113,50 euro del 2015), e non sarà più pagato con il bollettino postale, ma sarà addebitato nella bolletta elettrica in 10 rate mensili da gennaio fino a ottobre 2016 nella seguente modalità:

- La prima rata verrà addebitata sulla prima bolletta utile da luglio 2016, comprendendo le rate già scadute. Ad esempio, se riceverai la bolletta della luce a luglio l'importo sarà di 70€.
- L'importo residuo del canone RAI verrà addebitato nelle bollette successive.

La normativa ha introdotto la presunzione di detenzione dell'apparecchio tv nel caso in cui esista un'utenza elettrica nel luogo in cui una persona risiede. Il MISE, su sollecitazione del Consiglio di Stato, ha chiarito che per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o tramite decoder/sintonizzatore esterno. Non costituiscono quindi apparecchi televisivi i computer, gli smartphone e i tablet. Nel caso ci siano più televisori in casa, si pagherà una sola volta. 

Per evitare l'addebito automatico del canone sulla bolletta della luce, i titolari di un'utenza elettrica possono dichiarare che nell'alloggio non è presente un apparecchio tv, presentando, entro il 16 maggio la richiesta di esonero utilizzando l'apposito modulo di esenzione, pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, della RAI, e del ministero delle Finanze

Importante: la disdetta vale per il solo anno in cui è stata chiesta, quindi, a regime, dal 2017 in poi la richiesta di esenzione va poi ripresentata di anno in anno. Chi presenta la dichiarazione di non detenzione dopo i termini sopra indicati ma entro il 30 giugno 2016, avrà l'esenzione per il solo secondo semestre 2016. 

Per informazioni aggiuntive puoi consultare anche i siti dedicati di Rai Agenzia delle Entrate.

Immagine Tab

NORMATIVA LUCE

Delibera ARG/elt 104/11 ​

"​Condizioni per promuovere la trasparenza dei contratti di vendita ai clienti finali di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili​".

 

Delibera ARG/elt 198/11

"Testo integrato della qualità dei servizi di distribuzione e misura dell'energia elettrica per il periodo di regolazione 2012-2015".

 

Delibera ARG/elt 199/11

"Disposizioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas per l'erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell'energia elettrica per il periodo di regolazione 2012-2015 e disposizioni in materia di condizioni economiche per l'erogazione del servizio di connessione".

 

Delibera ARG/com 167/10

"Definizione di un Glossario contenente i principali termini utilizzati nei documenti di fatturazione, ai sensi della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 28 dicembre 2009, ARG/com 202/09″.

 

Delibera ARG/com 104/10

"Approvazione del Codice di condotta commerciale per la vendita di energia elettrica e di gas naturale ai clienti finali".

 

Delibera ARG/com 202/09

"Approvazione della Direttiva per l'armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di energia elettrica e di gas distribuito a mezzo di rete urbana".

 

Delibera ARG/elt 191/09

"Disposizioni in materia di contenimento del rischio creditizio per il mercato dell'energia elettrica al dettaglio e istituzione di un sistema indennitario a favore degli esercenti la vendita per morosità dei clienti finali".

 

Delibera ARG/com 185/09

 
"Disposizioni in materia di agevolazioni tariffarie per le popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nella provincia di L'Aquila e in altri comuni della regione Abruzzo il 6 aprile 2009"

 

Delibera ARG/com 164/08

"Testo integrato della regolazione della qualità dei servizi di vendita di energia elettrica e di gas naturale (TIQV)".

Con il TIQV (allegato A della delibera 164/08 e successive modifiche ed integrazioni), l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas ha introdotto nuovi standard di qualità sul servizio commerciale dei venditori di energia elettrica e gas (sia del mercato libero che del mercato "vincolato") prevedendo anche indennizzi automatici a favore dei consumatori in caso di violazione delle nuove norme.

Gli indennizzi automatici stabiliti dal TIQV (che verranno corrisposti non più di una volta nel corso dell'anno solare allo stesso cliente per il mancato rispetto del medesimo livello specifico) sono i seguenti:

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, se le risposte ai reclami supereranno il tempo limite di 40 giorni solari per sua responsabilità.

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, qualora l'errore di doppia fatturazione, dovuto al passaggio a nuovo fornitore, non venga rettificato entro 20 giorni solari dalla richiesta di richiesta di rettifica da parte del consumatore;

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, qualora la rettifica di fatturazione dovuta non venga eseguita entro 90 giorni dalla richiesta di richiesta di rettifica da parte del consumatore;

 L'indennizzo è incrementato in questi casi:

- se la risposta viene inviata oltre un tempo doppio dello standard ma entro un tempo triplo, è corrisposto il doppio dell'indennizzo, ovvero 40 euro.

- se la risposta viene inviata oltre un tempo triplo dello standard è corrisposto il triplo dell'indennizzo base, ovvero 60 euro.

Se il mancato rispetto dei tempi massimi di cui sopra dipende da una causa di forza maggiore (come gli atti dell'Autorità pubblica, eventi naturali eccezionali per i quali sia stato dichiarato lo stato di calamità, scioperi indetti senza preavviso, etc.) o da una causa imputabile al cliente finale o a terzi (ritardi del distributore locale, etc.), il venditore deve giustificarsi e documentare la cosa ma NON è tenuto ad accreditare alcun indennizzo automatico.

L'indennizzo non è riconosciuto:

- nel caso in cui al cliente finale sia già stato corrisposto nell'anno solare un indennizzo per mancato rispetto del medesimo livello specifico;

- in caso di reclami per i quali non è possibile identificare il cliente finale perché non contengono le informazioni minime (nome, cognome, indirizzo di fornitura, l' indirizzo a cui inviare la risposta -se diverso- ed il servizio a cui si riferisce il reclamo).

Eventuali reclami possono essere inoltrati a Metaenergia Family s.r.l. utilizzando l' apposito modulo, da inviare presso i seguenti recapiti:

Metaenergia S.p.A.

Via Barberini 86 – 00187 –Roma

Fax 06.52011761

 

Delibera ARG/com 151/08

"Attivazione di un sistema di ricerca delle offerte commerciali delle imprese di vendita di energia elettrica e di gas".

 

Delibera ARG/elt 42/08

"Regolazione del servizio di dispacciamento e del servizio di trasporto (trasmissione, distribuzione e misura dell'energia elettrica) nei casi di successione di un utente del dispacciamento ad un altro sullo stesso punto di prelievo attivo o di attribuzione ad un utente del dispacciamento di un punto di prelievo nuovo o precedentemente disattivato (switching)".

 

Delibera ARG/elt 4/08

"Regolazione del servizio di dispacciamento e del servizio di trasporto (trasmissione, distribuzione e misura) dell'energia elettrica nei casi di morosità dei clienti finali o di inadempimento da parte del venditore".

 

Delibera n. 348/07

"Testo integrato delle disposizioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas per l'erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell'energia elettrica per il periodo di regolazione 2008-2011 e disposizioni in materia di condizioni economiche per l'erogazione del servizio di connessione".

 

Delibera n. 333/07

"Testo integrato della regolazione della qualità dei servizi di distribuzione, misura e vendita dell'energia elettrica per il periodo di regolazione 2008-2011″.

 

Delibera n. 156/07

"Approvazione del Testo integrato delle disposizioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas per l'erogazione dei servizi di vendita dell'energia elettrica di maggior tutela e di salvaguardia ai clienti finali ai sensi del decreto legge 18 giugno 2007, n. 73/07″.

 

Delibera n. 111/06

"Condizioni per l'erogazione del pubblico servizio di dispacciamento dell'energia elettrica sul territorio nazionale e per l'approvvigionamento delle relative risorse su base di merito economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79″.

 

Delibera n. 200/99

"Direttiva concernente l'erogazione dei servizi di distribuzione e di vendita dell'energia elettrica a clienti del mercato vincolato ai sensi dell'articolo 2, comma 12, lettera h), della legge 14 novembre 1995, n. 481″.

Immagine Tab

NORMATIVA GAS

Delibera 06 febbraio 2014 n. 40/2014/R/gas

"Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas".

Accertamenti della sicurezza post contatore: vedi Allegati informativi per richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore.

261-14all_G40 – 261-14all_I40 – Linee_guida_CIG_11

 

Delibera n. 191/2013/R/Gas  

Assicurazione clienti finali gas periodo 1 gennaio 2014/31 dicembre 2016:

Chiunque usi, anche occasionalmente, gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della deliberazione 191/2013/R/gas dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas. La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale; da essa sono esclusi:

a. i clienti finali di gas metano diversi dai clienti domestici o condominiali domestici e dai soggetti che svolgono attività di servizio pubblico, caratterizzati da un consumo annuo superiore a 200.000 metri cubi alle condizioni standard;

b. i consumatori di gas metano per autotrazione.

Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas (a valle del contatore). L'assicurazione è stipulata dal CIG (Comitato Italiano Gas) per conto dei clienti finali.

Per ulteriori dettagli in merito alla copertura assicurativa e alla modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it.

Il Contraente (CIG – Comitato Italiano Gas), attiva un numero verde e un indirizzo di posta elettronica per fornire informazioni agli interessati in merito ai sinistri aperti relativi al contratto di assicurazione (nel caso di eventuali richieste di informazioni sul contratto di assicurazione non relative a sinistri aperti, il Contraente fornisce al richiedente i riferimenti dello Sportello) e pubblica nel proprio sito internet il contratto di assicurazione, il modulo per la denuncia di sinistro, nonché il numero verde e l'indirizzo di posta elettronica di cui sopra.

 

Delibera ARG/gas 99/11

​"​Disposizioni per il mercato della vendita al dettaglio del gas naturale: servizio di default, acquisto e perdita della responsabilità dei prelievi e approvazione del Testo Integrato Morosità Gas (TIMG). Modifiche e integrazioni alla disciplina vigente in materia di contenimento del rischio creditizio per il mercato della vendita al dettaglio di energia elettrica​". ​

 

 

Delibera ARG/gas n. 71/11

"Comunicazione relativa alla cessazione del servizio di tutela gas ai sensi della delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas ARG/gas n. 71/11″.

 

 

Delibera ARG/com 167/10

"Definizione di un Glossario contenente i principali termini utilizzati nei documenti di fatturazione, ai sensi della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 28 dicembre 2009, ARG/com 202/09″.

 

Delibera ARG/com 104/10

"Approvazione del Codice di condotta commerciale per la vendita di energia elettrica e di gas naturale ai clienti finali".

 

Delibera ARG/com 202/09

"Approvazione della Direttiva per l'armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di energia elettrica e di gas distribuito a mezzo di rete urbana".

 

Delibera ARG/gas 64/09

"Approvazione del Testo integrato delle attività di vendita al dettaglio di gas naturale e gas diversi da gas naturale distribuiti a mezzo di reti urbane (TIVG)".

 

Delibera ARG/com 164/08

"Testo integrato della regolazione della qualità dei servizi di vendita di energia elettrica e di gas naturale (TIQV)".

Con il TIQV (allegato A della delibera 164/08 e successive modifiche ed integrazioni), l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas ha introdotto nuovi standard di qualità sul servizio commerciale dei venditori di energia elettrica e gas (sia del mercato libero che del mercato "vincolato") prevedendo anche indennizzi automatici a favore dei consumatori in caso di violazione delle nuove norme.

Gli indennizzi automatici stabiliti dal TIQV (che verranno corrisposti non più di una volta nel corso dell'anno solare allo stesso cliente per il mancato rispetto del medesimo livello specifico) sono i seguenti:

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, se le risposte ai reclami supereranno il tempo limite di 40 giorni solari per sua responsabilità.

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, qualora l'errore di doppia fatturazione, dovuto al passaggio a nuovo fornitore, non venga rettificato entro 20 giorni solari dalla richiesta di richiesta di rettifica da parte del consumatore;

• un indennizzo automatico di 20 euro, a carico del venditore, qualora la rettifica di fatturazione dovuta non venga eseguita entro 90 giorni dalla richiesta di richiesta di rettifica da parte del consumatore;

L'indennizzo è incrementato in questi casi:

- se la risposta viene inviata oltre un tempo doppio dello standard ma entro un tempo triplo, è corrisposto il doppio dell'indennizzo, ovvero 40 euro.

- se la risposta viene inviata oltre un tempo triplo dello standard è corrisposto il triplo dell'indennizzo base, ovvero 60 euro.

Se il mancato rispetto dei tempi massimi di cui sopra dipende da una causa di forza maggiore (come gli atti dell'Autorità pubblica, eventi naturali eccezionali per i quali sia stato dichiarato lo stato di calamità, scioperi indetti senza preavviso, etc.) o da una causa imputabile al cliente finale o a terzi (ritardi del distributore locale, etc.), il venditore deve giustificarsi e documentare la cosa ma NON è tenuto ad accreditare alcun indennizzo automatico.

L'indennizzo non è riconosciuto:

- nel caso in cui al cliente finale sia già stato corrisposto nell'anno solare un indennizzo per mancato rispetto del medesimo livello specifico;

- in caso di reclami per i quali non è possibile identificare il cliente finale perché non contengono le informazioni minime (nome, cognome, indirizzo di fornitura, l' indirizzo a cui inviare la risposta -se diverso- ed il servizio a cui si riferisce il reclamo).

Eventuali reclami possono essere inoltrati a Metaenergia Family s.r.l. utilizzando l' apposito modulo, da inviare presso i seguenti recapiti:

Metaenergia S.p.A.

Via Barberini 86 – 00187 –Roma

Fax 06.52011761

 

Delibera ARG/gas 120/08

"Testo Unico della regolazione della qualità e delle tariffe dei servizi di distribuzione e misura del gas per il periodo di regolazione 2009-2012(TUDG): approvazione della Parte I – Regolazione della qualità dei servizi di distribuzione e di misura del gas per il periodo di regolazione 2009-2012 (RQDG)".

 

Delibera n. 40/04

​"​Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas​"​.

 

Delibera n. 138/04

"Adozione di garanzie per il libero accesso al servizio di distribuzione del gas naturale e di norme per la predisposizione dei codici di rete".

 

Delibera n. 229/01

"Adozione di direttiva concernente le condizioni contrattuali del servizio di vendita del gas ai clienti finali attraverso reti di gasdotti locali, ai sensi dell'articolo 2, comma 12, lettera h), della legge 14 novembre 1995, n. 481″.

IL SERVIZIO CONCILIAZIONE

Istituito dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e gestito da Acquirente Unico S.p.A., facilita la composizione delle controversie tra clienti finali e operatori (venditori o distributori) di energia elettrica e gas, facendoli incontrare online e fornendo un conciliatore esperto che li aiuta ad individuare una soluzione di comune accordo.

Per maggiori informazioni su come accedere al Servizio Conciliazione istituito dall'Autorità, clicca qui, oppure visita direttamente l'apposita sezione del sito di ARERA.